Trasformo le idee in prodotti software e miglioro l'infrastruttura informatica delle aziende : Consulenze
Mia foto

Cosa chiedere a un cliente per valutare un progetto al primo incontro

Spesso mi chiedono di valutare un progetto, sia essa un'APP, un sito Web, un gestionale o un'architettura, ci sono spesso aspetti che non vengono analizzati e che sarebbe opportuno approfondire prima di chiamare un consulente a valutare la propria idea.

Cosa chiedere a un cliente per valutare un progetto al primo incontro
Vista la mia attività di informatico, vengo spesso coinvolto da clienti, nuovi o consolidati, nella valutazione dei loro progetti.
Alcune volte si tratta di rifare, integrare o sistemare il lavoro di altri, a volte di tratta di realizzare da zero una nuova idea.

Cosa trovo dai clienti
Avendo parecchia esperienza, quello che mi viene chiesto spazia molto: da tecnologie ormai superate a architetture cloud distribuite.
In questo periodo però, il tipo di progetti che valuto si possono racchiudere in:

- Messa in sicurezza di codice scritto da vari programmatori nel corso degli anni
- Analisi architetture software per migliorarne l'efficienza
- Rifacimento di progetti esistenti
- Realizzazione di APP e relativo backend
- Realizzazioni di e-commerce sia di tipo B2B che B2C
- Siti web (si c'è ancora richiesta)

Fino a che si tratta di qualcosa di esistente che deve essere modernizzato, rifatto o velocizzato, non ci sono problemi: il cliente è sempre molto focalizzato sul progetto e sa quello che vuole, a volte non pienamente, ma si parte da qualcosa di realizzato e molti processi sono ormai chiari.

In questo caso i problemi arrivano dopo, quando inizia la commessa, dato che difficilmente si è padroni della tecnologia che si utilizza.

Spesso capita che, il motivo per il quale si è chiamati è solo l'inizio di una molteplicità di problemi non ancora emersi.

Nuovi progetti
Quando invece si valuta qualcosa di nuovo è molto più divertente: si toccano con mano le idee, si immagina un'architettura, si propongono spunti di riflessione e si lavora insieme verso un obiettivo.

Sia il progetto un'APP, un gestionale, un sito web o qualsiasi altro prodotto che mi viene proposto, il valore aggiunto che può dare una persona che ha già analizzato lo stesso problema o una gamma di problemi simili è immenso.

E' però interessante notare come, alcune problematiche, sono più o meno presenti in tutte le prime riunioni col cliente:

- Mancanza di analisi dei dati raccolti: raccogliere dati di terzi è una cosa necessaria ormai in qualsiasi prodotto si voglia realizzare.
Ultimamente però le cose stanno cambiando, soprattutto con l'entrata in vigore del GDPR.
Gli impatti sui nuovi progetti potrebbero essere molteplici, anche se risolvibili, l'importante è razionalizzare la raccolta di informazioni, in modo da classificarle e gestirle con le opportune problematiche di privacy.
Personalmente chiedo sempre di provare ad elencare tutti i dati che si intendono raccogliere e conservare, sia per capire di che dati si tratta, che per capire dove e come salvarli.
In alcuni casi potrebbe infatti essere necessario farlo in forma anonima, in altri sarebbe opportuno distruggerli e salvarne un HASH, in altri delegarli a strutture dati che garantiscono la privacy del dato.
Avere una visione chiara di quello che si ha intenzione di raccogliere e da quali fonti è importante nel momento in cui si vuole fare una buona progettazione.

- Mancanza di definizione dei flussi: è normale parlare delle funzionalità del progetto, è la cosa più eccitante: l'utente deve fare questo, ma anche questo, ma anche quest'altro.
A volte però si perde di vista il processo: per riuscire a realizzare una funzionalità, occorre definire bene "chi fa cosa", in modo da evitare sovrapposizione di responsabilità fra i processi, ma soprattutto per identificare in modo preciso il responsabile di un'azione: sia essa la fase di registrazione, rimozione, cambio dati di un utente.
Non pensare ai processi ed essere costretti a mettere mano ai dati, extra programma, oltre ad avere un impatto lato sicurezza, è indice di qualcosa di non correttamente modellato.
Spesso si tende a non definire l'intero processo dei dati, ma solo la funzionalità che si vuole ottenere, perdendosi gran parte di quello che accade nel proprio progetto.

- Poca importanza data al backend: oltre a quello che l'utente vede, è importante che un'applicazione sia gestibile da parte di un backend in grado di lavorare sopra ai dati raccolti, capace di capire cosa accade all'interno dei processi, in grado di monitorare ogni attività.
Questo perché spesso l'utente delle nostre applicazioni inizia ad usarle in un modo diverso da come avevamo pensato in fase di progettazione, o in modo errato. E' quindi necessario un punto dove agire e poter porre rimedio a tutte queste situazioni, sia direttamente, sia tramite un aggiornamento applicativo.
Mi capita spesso che i clienti che mi commissionano APP dimentichino o tralascino la parte di backend, a volte più importante della parte che i clienti vedono.

- Assenza di mockup applicativi: il modo più semplice e veloce di descrivere un'applicazione è quello di provare a disegnarla.
Se siete in grado di identificare gli ambienti minimi che ci si aspetta di trovare nel vostro progetto, aiuterete sicuramente chi deve valutarlo.
Quando si iniziano a rappresentare visivamente le specifiche emergono subito i punti non analizzati e le lacune di processo.
Disegnare, anche in modo rozzo, quello che si vuole ottenere, aiuta a circoscrivere requisiti e ambito di lavoro e velocizza parecchio la valutazione di un progetto.

Conclusioni
Spero di avervi dato qualche spunto interessante di cui tener conto nelle prime riunioni con i vostri clienti, in modo da essere più efficaci ed arrivare presto ad una valutazione adeguata a quanto richiesto.
Se avete esperienze da raccontare, o altri spunti di riflessione, utilizzate l'apposito spazio per i commenti



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti alla newsletter
Consulenze
20/11/2015 - Quando Moda incontra il WEB
12/10/2015 - Quando il reverse engineering è l'unica soluzione
05/10/2015 - Bilanciamento di server obsoleti
28/09/2015 - Come ottimizzare un sito web lento
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti