HTML2POP3 2.52

Ecco pronta la nuova versione che risolve tutti i problemi con virgilio.it/tin.it, aggiunge la gestione delle cartelle e permette lo scaricamento della posta dall'estero e tramite smartphone

 
Nelle settimane scorse Virgilio.it ha fatto un'importante modifica al login delle proprie caselle di posta.

Per questa ragione html2pop3 non era più utilizzabile sulle caselle virgilio.it.

Dopo un paio di rilasci di versioni BETA, sono pronto al rilascio ufficiale.

Questo rilascio cambia la versione, passando dalla 2.50x alla 2.52, in modo da identificare subito se si utilizza una versione vecchia o aggiornata di HTML2POP3.

Fra le novità di questo rilascio ho introdotto la possibilità di scaricare le singole cartelle create all'interno della webmail. In questo modo sarà possibile creare dei filtri per dividere le email direttamente nella webmail per poi scaricare solo la cartella di nostro interesse che potrà anche essere diversa dalla classica INBOX.

Per fare questo basterà creare la cartella nella webmail (per esempio prova), spostarci dentro delle email, e scaricare normalmente la posta con HTML2POP3, indicando il nome utente secondo questa sintassi:

il_vostro_utente@virgilio.it?folder=prova

Al resto penserà HTML2POP3.
Al momento la funzionalità è utilizzabile solo con caselle della serie libero.it, tin.it e virgilio.it.

Oltre a questo spero sia definitivamente risolto il problema delle date errate nelle email.

Ultima chicca per chi risiede all'estero o vuole controllare la posta da uno smartphone: se avete problemi ad usare direttamente il POP3 del vostro gestore, provare a passare da questo indirizzo, troverete un HTML2POP3 aggiornato e pronto a farvi scaricare la posta

Indirizzo server POP3: html2pop3.baccan.it
Posta da usare: 110

Non vi resta ora che aggiornare HTML2POP3, od utilizzare il nuovo IP che ho messo a disposizione a tutti.

Come sempre, se volete farmi un regalo, usate la mia WishList Amazon
Chiaramente apprezzerò :)

Bene e ora il link dove scaricare html2pop3 Eccolo Leggi QUI il post completo