Trasformo le idee in prodotti software e miglioro l'infrastruttura informatica delle aziende
Mia foto

tiscali e gmail

Inserisci quello che vuoi cercare
tiscali e gmail - nei post

Nessun post trovato

tiscali e gmail - nei commenti
HTML2POP3 2.50b - 16 Settembre 2014 - 00:13
Invio email da libero.it
Riporto un post che avevo scritto in un altro rilascio di html2pop3 ----------------------------------------------------------- Ciao provo a fare un po' di chiarezza sul discorso dell'invio tramite SMTP. Spedendo email @libero.it da SMTP non di libero è alta la probabilità che non vengano spedite, o peggio, che finiscano nello spam del ricevente. Il server SMTP ricevente infatti potrebbe controllare il record SPF relativo a libero.it In questo caso (potete provare il servizio online http://www.kitterman.com/spf/validate.html) libero ha questo record SPF Found v=spf1 record for libero.it: v=spf1 ip4:212.52.84.101/32 ip4:212.52.84.102/31 ip4:212.52.84.104/29 ip4:212.52.84.112/29 ip4:212.52.84.192/32 ip4:212.52.84.43/32 include:srs.bis.na.blackberry.com include:srs.bis.eu.blackberry.com include:srs.bis.ap.blackberry.com -all Ne consegue che, i server abilitati a mandare posta "libero.it", sono solo quelli il cui IP o DNS è presente in questo record. Di conseguenza, se inviamo posta libero.it con tiscali.it, il server ricevente controlla l'SPF, e vede che l'ip del server che gli invia l'email (tiscali.it) non è compreso fra quelli ammessi. Alla luce di questo assume che si tratta di SPAM. Ultimamente, la pratica del controllo SPF, è aumentata parecchio per diminuire il fenomeno dello SPAM. Per risolvere il problema vi sono alcune strade percorribili: 1) Usare l'smtp corretto: quello fornito da chi vi da il servizio di posta. In questo caso stiamo parlando dell'SMTP di libero. Dato che libero ha "liberato" la posta, l'uso del suo SMTP, anche da altri provider, è lecito. Occorre pero' l'autenticazione 2) Passare da gmail, autorizzando la casella libero e successivamente usando il suo SMTP. Non è detto che questa soluzione possa risolvere definitivamente il problema. Mentre la soluzione 1 lo risolve in modo definitivo. Per coloro che poi NON possono usare un SMTP autenticato, posso consigliare l'utilizzo del ponte SMTP di HTML2POP3. Per farlo pero' occorre avere a disposizione un server SMTP sul quale montare la componente server si HTML2POP3, in grado di fare l'invio di posta, autenticandosi. Lato client ci sarebbe solo da attivare HTML2POP3, indicando il server dove presente la componente server. Dato che e' tutto in sorgente .. e tutto documentato .. e non è una cosa banalissima .. provatelo solo se: avete un server dove gira PHP, dove non c'e' un blocco socket verso server remoti, dopo aver letto tutto il readme.txt Spero che questa email possa darvi qualche aiuto in più ciao matteo
HTML2POP3 2.49x - 1 Luglio 2014 - 16:38
SMTP per l'invio di libero
Ciao provo a fare un po' di chiarezza sul discorso dell'invio tramite SMTP. Spedendo email @libero.it da SMTP non di libero è alta la probabilità che non vengano spedite, o peggio, che finiscano nello spam del ricevente. Il server SMTP ricevente infatti potrebbe controllare il record SPF relativo a libero.it In questo caso (potete provare il servizio online http://www.kitterman.com/spf/validate.html) libero ha questo record SPF Found v=spf1 record for libero.it: v=spf1 ip4:212.52.84.101/32 ip4:212.52.84.102/31 ip4:212.52.84.104/29 ip4:212.52.84.112/29 ip4:212.52.84.192/32 ip4:212.52.84.43/32 include:srs.bis.na.blackberry.com include:srs.bis.eu.blackberry.com include:srs.bis.ap.blackberry.com -all Ne consegue che, i server abilitati a mandare posta "libero.it", sono solo quelli il cui IP o DNS è presente in questo record. Di conseguenza, se inviamo posta libero.it con tiscali.it, il server ricevente controlla l'SPF, e vede che l'ip del server che gli invia l'email (tiscali.it) non è compreso fra quelli ammessi. Alla luce di questo assume che si tratta di SPAM. Ultimamente, la pratica del controllo SPF, è aumentata parecchio per diminuire il fenomeno dello SPAM. Per risolvere il problema vi sono alcune strade percorribili: 1) Usare l'smtp corretto: quello fornito da chi vi da il servizio di posta. In questo caso stiamo parlando dell'SMTP di libero. Dato che libero ha "liberato" la posta, l'uso del suo SMTP, anche da altri provider, è lecito. Occorre pero' l'autenticazione 2) Passare da gmail, autorizzando la casella libero e successivamente usando il suo SMTP Per coloro che poi NON possono usare un SMTP autenticato, posso consigliare l'utilizzo del ponte SMTP di HTML2POP3. Per farlo pero' occorre avere a disposizione un server SMTP sul quale montare la componente server si HTML2POP3, in grado di fare l'invio di posta, autenticandosi. Lato client ci sarebbe solo da attivare HTML2POP3, indicando il server dove presente la componente server. Dato che e' tutto in sorgente .. e tutto documentato .. e non è una cosa banalissima .. provatelo solo se: avete un server dove gira PHP, dove non c'e' un blocco socket verso server remoti, dopo aver letto tutto il readme.txt Spero che questa email possa darvi qualche aiuto in più ciao matteo
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti